Carpi, durante il comizio di Salvini, settantenne ammanettato e portato in questura per uno striscione.

Ieri sera abbiamo assistito all’ennesima puntata del tour elettorale del Ministro degli Interni.

Eravamo a Carpi dove si è tenuto il comizio del leader leghista davanti a un Municipio transennato da più lati e circondato da un imponente schieramento di celere. Il palco, giusto a pochi metri da quella Piazza Martiri nella quale nel ’44 i fascisti ammazzarono 16 persone per rappresaglia.

IMG-20190515-WA0012
Il palco di Salvini.

Intorno alle 20:30 Umberto, pensionato settantenne e militante del Centro di Documentazione ISKRA, srotola uno striscione dal tetto dell’abitazione di alcuni parenti, a pochi metri dal Municipio per contestare la presenza del vice-premier Salvini.

D6jmaA0WkAMyxT_

Immediata l’irruzione degli agenti della questura di Carpi nell’abitazione privata che, sotto lo sguardo indignato di parenti e amici, hanno ammanettato l’uomo e lo hanno trasferito immediatamente in questura.

Umberto verrà rilasciato solo dopo oltre 3 ore con una denuncia per grida e manifestazioni sediziose (art. 654 cp) a comizio e passerella già terminata.

Ne abbiamo raccolto la testimonianza in questo video:

 

Nel frattempo oltre un centinaio di manifestanti, in prevalenza giovani, contestavano l’ennesima passerella creando non pochi grattacapi alla militarizzazione dell’intero centro carpigiano.

Annunci

Carpi scende in piazza in risposta alla repressione degli antifascisti.

La solidarietà scalda e ieri a Carpi non c’era unicamente il sole a svolgere questa funzione.

Occorreva una risposta netta al vile e gravissimo attacco repressivo orchestrato dalla questura di Modena nei confronti dell’antifascismo militante e questa è arrivata.
Un primo passo certo – viene ripetuto più d’una volta in corteo – ma un passo importante e per niente scontato. Nulla lo è più di questi tempi. Continua a leggere Carpi scende in piazza in risposta alla repressione degli antifascisti.

Carpi: gravissimo attacco repressivo all’antifascismo.

26 decreti penali di condanna più nomi e indirizzi di casa in bella mostra a disposizione dei fascisti tramite documenti ufficiali. Ecco la risposta, schierata ed eloquente, della questura di Modena ai gravi fatti dello scorso 4 agosto a Carpi (video) quando cittadini e antifascisti scesero spontaneamente in strada per contestare la presenza intimidatoria di Forza Nuova in città. Continua a leggere Carpi: gravissimo attacco repressivo all’antifascismo.

Grave episodio a Carpi: vietato criticare l’alternanza scuola-lavoro

L’impianto dell’alternanza scuola-lavoro sembra tornato improvvisamente sotto i riflettori grazie ad un episodio avvenuto a Carpi, all’Itis Leonardo da Vinci della medesima città, per la precisione.

È successo che uno studente che aveva osato criticare il progetto di alternanza a cui era sottoposto, è  stato minacciato di essere punito dal consiglio di classe con un sei in condotta. Continua a leggere Grave episodio a Carpi: vietato criticare l’alternanza scuola-lavoro