“Una piazza forte e giovane”: una testimonianza dalla mobilitazione contro Salvini del 3 maggio

Pubblichiamo l’intervista a un delegato sindacale presente alla contestazione a Salvini dello scorso 3 maggio al Novi Park :

Alla fine dei conti venerdì in piazza al Novi Park ho visto un pezzo di futuro che mi auguro e voglio costruire per i miei figli.

Cariche e minacce poliziesche a parte ho visto in primis una generazione di giovanissimi e giovanissime che, di fronte alla campagna elettorale e alle becere sparate di un personaggio che non è solo un politico ma anche un Ministro degli lnterni, si sono organizzati e hanno detto la loro con dignità. È stato un momento in cui ragazzi e ragazze (ovviamente c’erano persone di tutte le età ma era netta la maggioranza di nati e nate dopo il duemila) che solitamente vengono denigrati anche da noi che abbiamo qualche anno in più, come una generazione di ignoranti, disinteressati poco rispettosi oppure citata strumentalmente nelle campagne elettorali di questo o quel partito, ha alzato la testa e dato una lezione di dignità a tutti quanti. Una dignità che in questa città avevo avuto modo di vedere in opera finora solo negli scioperi degli ultimi anni.

Sento sempre parlare di “integrazione” a sproposito e un’altra cosa che ho visto sono state persone con lingue e origini diverse che sono rimaste insieme per uno stesso obbiettivo anche a costo di contrapporsi ad un potere che cerca inutilmente di dividere. Se di “integrazione” si vuole parlare credo fosse quella che ho visto venerdì e penso che anche su questo abbiamo molto da imparare.

Facciamo un passo indietro a quando sono arrivato in piazza, come tutti sono sceso per un motivo: andare a contestare un politico che è anche ministro. Premetto, non mi interessa il dibattito destra-sinistra, nella nostra provincia e in regione, ad esempio, i primi a pronunciarsi in difesa del malaffare nei distretti produttivi e i primi a scagliarsi contro i lavoratori che rivendicano migliori condizioni sono i politici del Pd (sempre gli stessi che hanno riabilitato il CPR ora cavallo di battaglia del leader della Lega). Quello che penso è che qualsiasi forma di prevaricazione e di fascismo vada contrastata concretamente ogni giorno, per questo sono sceso in piazza. Il personaggio di Salvini, inoltre, non credo abbia un vero e proprio programma, più che altro sdogana i peggiori discorsi alzando polveroni e, quando agisce realmente come ministro, partorisce leggi come il decreto sicurezza che, criminalizzando maggiormente gli scioperi, va a sostenere ancora una volta i soliti interessi aziendali a discapito di chi alza la testa nei posti di lavoro. Va contrastato, punto.

Nel momento in cui sono arrivato al Novi Sad non mi ero reso conto del sequestro in atto, ho visto solo già tanta gente in piazza che circondava un importante spiegamento di celere, addentrandomi ho riconosciuto i compagni e le compagne al centro del presidio e ho fatto in modo di unirmi a loro trovandomi poi di fatto sotto sequestro del primo cordone di celerini. Il sequestro, le violenze e le intimidazioni della questura (oltretutto direttamente a servizio di una campagna elettorale) credo rappresentino un serio problema di democrazia ma penso anche che il loro tentativo non sia andato a buon fine.

Da un lato era la polizia ad essere circondata, dall’altro ho visto in questa gestione una forte paura. La paura che una piazza forte e giovane come quella del Novi Park rompesse i limiti a cui ci hanno abituato e in parte quella piazza lo ha fatto.

Per concludere aggiungerei un ultimo pensiero che ho avuto tornando a casa dopo le ore di cariche e reazioni di venerdì: Salvini prende per il culo tante persone ma non riesce a prendere per il culo i ragazzini.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...